Catinaccio d'Antermoia 3004 m
Via Dulfer  H. Dulfer, W. Schaarschmidt, 18/7/1912
SCHEDA
Difficoltà:III, IV, IV+ Discesa Facile
Punto di Partenza:Rif. Passo Principe raggiungibile in ca. 2 ore dalla Conca di Gardeccia, 1950 m, cui si perviene da Pera di Fassa con servizio navetta (ca. 2 ore a piedi)
Dislivello ▲ 250 m
Tempo ▲ 3 ore
Tempo ▼ ca. 1-1,15 ore
Materiale: Utile qualche dado
Tiri: 7
Avvicinamento
Dal Rif. Passo Principe si sale al Passo d'Antermoia, 2769 m, raggiunto il quale ci si porta subito - un po' verso dx per sfasciumi - alla base della parete, giusto sulla verticale di un sistema di camini caratterizzato nella parte bassa dalla presenza di una grande grotta. All'attacco 30-40min. (ch. di partenza)
Salita

Si percorre il lungo e spesso friabile crinale (pp. I/II) finche, oltrepassato il percorso attrezzato proveniente dal versante di Antermoia, si giunge in vetta

Discesa
Usciti sulla cresta sommitale e seguendola per breve tratto, si va ad incrociare il percorso attrezzato che scende sul versante E, lungo il quale si può iniziare subito la discesa. Scesi alla base della parete, la si costeggia verso dx (orogr.) ritornando cosi al Passo d'Antermoia e quindi al Rif. Paso Principe (ore 1,15)

Se si è raggiunta la vetta, invece, conviene scendere per la più nota e frequentata ferrata sul versante SO che porta direttamente al Rif. Passo Principe (ore 1)