Monte Paterno: sentiero di guerra De Luca-Innerkofler 2746 m
 Visualizza con Google Map

La visione affascinante del territorio così conteso nella prima guerra mondiale e le bellissime impressioni delle Dolomiti di Sesto fanno di questo percorso un'esperienza unica
SCHEDA
Difficoltà:Difficile
Punto di Partenza:Rif. Auronzo, 2330 m
Punto di appoggio:Rif. Locatelli alle Tre Cime, 2405 m
Dislivello ▲ 500 m
Tempo ▲ Rif. Auronzo - Rif. Locatelli - M. Paterno ca. ore 3,30
Tempo ▼ M. Paterno - Sentiero d. Forcelle - Rif. Pian di Cengia - Rif. Auronzo ca. ore 3,30
Tempo percor.za via ferrata: ca. 3 ore
Indicazioni: Assolutamente necessaria una torcia elettrica - Attenzione in caso di ghiaccio nella "Galleria Paterna"
Salita
Dal Rif. Auronzo,2320 m, si percorre la strada praticabile, chiusa al traffico, che porta alla Forcella di Lavaredo, 2457 m, poi si continua per il sentiero n. 101 che conduce al Rif. Locatelli, 2405 m. L'accesso si trova a S del Rif. presso la torre "Salsiccia di Francoforte". Attraverso il sistema di gallerie che viene continuamente interrotto da finestre nella roccia, si giunge alla Forcella del Camoscio, ca. 2600 m. La forcella può essere raggiunta anche dalla Forcella di Lavaredo seguendo un sentiero di guerra segnato. La salita al M. Paterno, 2746 m, conduce attraverso due gradini in roccia ben attrezzati ed infine attraverso detriti fino al punto più alto
Discesa
Si ritorna alla Forcella del Camoscio e da lì lungo il sentiero d. Forcelle attrezzato attraverso la cresta del Bodenknoten in direzione E fino al Pian di Cengia, 2522 m (postazioni della prima guerra mondiale). Da qui si ritorna al Rif. Auronzo seguendo i segnavie n. 107 e 104.