Giro del Sorapiss

Vie attrezzate Berti, Minazio e Vandelli
                

Il giro attorno al gruppo del Sorapiss fa parte delle avventure più impressionanti nelle dolomiti.

In questa relazione viene presentato il giro in 2 giorni facendo il giro in senso antiorario, partendo dal Passo delle Tre Croci e pernottando al Bivacco Slataper. Si percorrono le tre vie Attrezzate Berti, Minazio e Vandelli.


SCHEDA 1° giorno
Difficoltà: Difficile
Punto di Partenza: Passo Tre Croci, 1809 m
Punto di Arrivo: Biv. Slataper, 2680 m
Dislivello ▲ ca. 870 m
Tempo: 7-8 ore
Tempo percorrenza via ferrata: ca. 3-3,30 ore


Itinerario
Dal Passo di Tre Croci, seguendo il sentiero n. 215 in leggera salita attraverso una bella zona con bosco e mughi si arriva in ca. 2 ore al Rif. Vandelli al Sorapiss (possibilità di pernottamento). Sul sentiero n. 215, attraversando il grande circo glaciale dei Tondi di Sorapiss, si giunge alla Forcella Sopra la Cengia del Banco, 2466 m. Il sentiero con il n. 242 conduce ora attraverso i dirupi occidentali della Foppia di Mattia (3141 m) e Croda Marcora (3154 m), per cenge esposte e solo alla fine con l'aiuto di corde metalliche scale in ferro al Biv. Slataper. Attenzione Caduta Sassi ! Un Casco è d'obbligo.

Grandioso scenario roccioso in un territorio solitario





SCHEDA 2° giorno
Difficoltà: Difficile
Punto di Partenza: Biv. Slataper, 2680 m
Punto di Arrivo: Passo Tre Croci, 1809 m
Dislivello ▲ ca. 600 m
Tempo: 7-9 ore


Itinerario
Dal biv. si scende al circo glaciale Fond de Rusecco e si rimane ai piedi dell'imponente pilastro d'angolo che scende dalle Tre Sorelle, 3020 m. A quota 2300 m ca., per cenge, alla Cengia Inferiore dei Colli Neri" coperta di mughi e poi attraverso rocce si scende alla Forcella de Banco, 2128 m, e al Biv. Comici, 2020 m. Da qui si sale attraverso rocce e un ripido camino fino alla cresta che scende dal Col d. Fuoco, ca. 2400 m. Da qui si gode una magnifica vista del Gruppo del Cristallo. Attraverso una cengia solo parzialmente attrezzata che attraversa tutta la parete O. del Col d. Fuoco, 2567 m, si raggiunge il Rif. Vandelli, 1928 m.

Il tratto Biv.Comici - Rif. è in parte molto impegnativo ed è attrezzato solo nei punti più esposti.

In caso di repentino cambiamento del tempo si ha la possibilità di scendere attraverso la Valle di San Vito in direzione nord seguendo il sentiero 226.